chi sono

Mi chiamo Daniele Barbati, ho iniziato a occuparmi di consulenza del lavoro e gestione delle risorse umane nel 1999 e, sin da molto giovane, mi sono dovuto confrontare con una realtà che, nella grande maggioranza dei casi, non riconosce e valorizza l’individuo per le sue capacità specifiche, per i suoi doni, per i suoi talenti e non lo rispetta per le sue attitudini energetiche e decisionali. Tranne rare eccezioni, la realtà che ho incontrato nel mondo del lavoro è stata prevalentemente quella dello sfruttamento delle risorse psicofisiche dell’altro essere umano facendo leva sulle sue paure esistenziali, e questa realtà di svalutazione, che affonda le sue radici nelle famiglie, inizia molto presto, sin dai primi tentativi di orientamento e inserimento dei giovani nei diversi ambiti lavorativi e si espande e dilaga poi a livello aziendale e professionale. Questo tipo di osservazione è stata sicuramente una delle leve che mi ha portato a ricercare e indagare la natura umana: ho partecipato in questi anni a vari workshop, ritiri di meditazione, respiro, conseguito vari diplomi, conosciuto maestri più o meno illuminati.

 

Nel 2009 ho incontrato Human Design®, esso è un sistema di conoscenze che subito ha suscitato in me un grande interesse, diventando poi, nel giro di poco tempo, una vera e propria passione. Nel 2010 mi sono recato a Ibiza per conoscere Ra Uru Hu, il fondatore di questa disciplina, e ho avuto il privilegio e la fortuna di partecipare a uno dei suoi corsi e apprendere direttamente da lui. Nel 2011 ho deciso di intraprendere il percorso di studi professionale presso la scuola ufficiale di Human Design Italia, terminato nel 2016 dopo aver sostenuto con successo l’esame, che mi ha permesso di ottenere l’abilitazione come analista professionale e l’iscrizione all’albo.

In realtà, lo studio di questa materia non finisce mai, essa è molto ricca e per me, inoltre, non è slegata dall’esperienza quotidiana. Nel tempo, ho avuto la possibilità di visionare centinaia di disegni di nascita e ogni volta, con rinnovato stupore, ho potuto prendere sempre più consapevolezza dell’accuratezza di questo sistema. A livello personale Human design® mi ha dato la possibilità di iniziare un processo di riconoscimento di me stesso, della mia energia, dei miei talenti e del modo corretto di muovermi e prendere decisioni nel mondo e, contemporaneamente, mi ha dato gli strumenti per osservare e lasciare andare ciò che non mi appartiene e che non sono. Questo tipo di opportunità è essenzialmente ciò che intendo offrire agli altri in quanto guida, analista e Proiettore.

Nel tempo libero mi piace dedicarmi al gioco e all’insegnamento del tennis, che mi accompagna fin dall’infanzia, e di cui sono istruttore federale. La sfida per me, che dallo sport trasferisco nello Human Design®, è quella di comunicare un messaggio  che, in base alle caratteristiche uniche dell’individuo, possa essere comprensibile, pratico ed efficace sul campo.

 

IL MIO DISEGNO

HUMAN DESIGN - COS'È

RICHIEDI INFORMAZIONI